Libernauta ’18 al varo

Libernauta ’18 al varo

“È partito…”
“Ma partito, partito?”
“Partito!”

Non ci resta che piangere, 1984

“Figliuolo, oramai sei maggiorenne, è giusto che tu sappia di chi sei figlio…”
Oppure.
“Adesso che sono maggiorenne posso fare quel che mi pare.”
O anche.
“Non credere che perché hai diciotto anni puoi fare quello che vuoi… Finché stai sotto questo tetto si fa come dico io.”
Il fatto è che ai libri non gliela racconti, casomai è il contrario. E quelli vanno e vengono senza chieder permesso a nessuno. È vero, le statistiche, i numeri, ci dicono che gli indici sulle percentuali di lettori in Italia sono disarmanti, angoscianti, sconcertanti, anziché no! Ma… who you gonna call?

Libernauta.
E quello mica fa orecchie da mercante, nooo… Ti sfodera una quindicina che levati. Un caricatore di titoli che non ce la fai a star con gli occhi inguainati sullo schermo, devi sfogliare, sfogliare e sfogliare.
Il giorno è il 29 marzo, anno domini 2018. Alla presenza di un coriaceo gruppo di bibliotecari e insegnanti hanno sfilato sul tavolone della sala conferenze della biblioteca delle Oblate, i nuovi, scintillanti e succulenti titoli di Libernauta 18.

Luca Brogioni, coordinatore del Sistema Documentario Integrato dell’Area Fiorentina, al secolo Sdiaf, ha inaugurato la nuova edizione del progetto per giovani lettori mettendo a fuoco l’importanza e la necessità di un’esperienza come Libernauta nelle scuole e nelle biblioteche di Firenze.

Il professore Matteo Biagi, coordinatore del felicissimo blog Qualcuno con cui correre, ha aperto le danze con cifre e numeri riguardanti la lettura oggi nel nostro paese. Mani nei capelli.

Ma un rimedio efficace c’è e sono le quindici copertine dritte in piedi sul tavolo lì accanto.

Andrea Gasparri e Marta Baroni dell’Associazione Allibratori, le hanno presentate raccontando anche di come è avvenuta la selezione della quindicina di quest’anno.

Infatti sono stati scomodati autori delle edizioni passate, Marco Magnone, Simona Baldanzi e Fabio Genovesi. Addirittura ci siamo infilati nei camerini di Ascanio Celestini che ci ha suggerito i suoi titoli preferiti, e questa intrusione a fotocamera spianata nel mondo della cultura ci ha dato l’idea che forse molti altri contributi potranno essere raccolti in corso d’opera e li potrete seguire qui su questi canali.

Valentina Schiavi e Lisa Innocenti della cooperativa EDA Servizi hanno poi dato ragguagli e aggiornamenti sul sito e sulle nuove modalità di iscrizione che faciliteranno l’accesso al concorso da parte dei ragazzi di 14-19 anni. Quindi, ricapitolando, sappiate che:

  • Le iscrizioni al concorso si aprono ufficialmente il 5 Aprile 2018 e si chiudono il 31 luglio. Ripeto, e sottolineo le iscrizioni.
  • Mentre il concorso, ovvero la data ultima per la consegna delle recensioni è il 30 di settembre 2018.

Su questo sito, nella sezione Edizione 2018, trovate le copertine e le sinossi della quindicina in concorso, potete quindi già sbirciare e perché no, iniziare a leggere i libri in questi giorni pasquali.
Tra le pagine dei libri in concorso troverete tanta musica, serie televisive, personaggi assurdi (quelli non mancan mai), fotografia, sport, mistero, nerd, attualità, distopia, fumetti, avventura e molto altro.

Ci vediamo presto in classe. Buona lettura!


nessuna recensione