Anche noi siamo con te Brigitte.

Se dovessi trovare una parola adatta a questo libro, oserei dire: reale. E’ stato il primo che ho scelto su tutti e sento di essere adesso sulla strada giusta. Un libro che mi √® stato utile a comprendere. Questa √® la storia di Brigitte, una bellissima donna congolese, disorientata nella stazione di Roma Termini dopo un lungo viaggio di fuga dal suo paese natale. Mi ha sconvolto. Anzi sconvolto √® dir poco. Sono sono rimasta a bocca aperta davanti al finale insolito veramente realistico. Non √® una fiaba. Brigitte vive a Roma e ha perso tutto. Niente finali smielati, niente “happy ending“. Un vero schiaffo in faccia a tutte quelle frasi da bar: “aiutiamoli a casa loro”, perch√© Brigitte a casa sua non pu√≤ tornare. La dettagliata narrazione mi ha commosso e sono stata travolta da un fortissimo senso di impotenza nelle ultime pagine. Ho adorato questa storia. Mi ha trascinato fuori dalla mia comfort zone e mi ha chiaramente detto: “Fai qualcosa!”. Sono felice di aver avuto l’occasione di conoscere questo lungo viaggio, sono sicura che questo romanzo √® servito a sciogliere l’indifferenza di molti cuori che se lo sono trovati tra le mani. E’ un libro necessario! Penso che debba essere letto in un momento critico e delicato come questo, un periodo dove il senso di umanit√† √® caduto nell’oblio. Sono certa che Brigitte, non √® sola adesso. Perch√© anche noi siamo con te!

  • : 324