Baggio alla juve

Il libro parla del percorso di crescita di un gruppo di ragazzi che vengono segnati da due avvenimenti molto molto spiacevoli, il primo avviene durante una “esplorazione” ad un manicomio abbandonato dove uno dei ragazzi scompare, l’altro invece è la scoperta del cadavere di un uomo che era sempre al bar che i ragazzi frequentavano e queste cose rimangano ben impresse nella mente dei ragazzi. Infatti i ragazzi continueranno a scavare nel passato di Andrè per scoprire qualcosa, fino ad arrivare a capire che il loro amico Felipe è ancora vivo.

Secondo me lo scrittore vuole dare due messaggi, il primo sicuramente è quello di rimanere sempre uniti ai propri amici e di non perdersi nel tempo, pur frequentando scuole diverse e molto lontane tra loro  cosa che si può trovare anche quando il gruppo ritrova Felipe in Spagna ed è come se non si fossero mai divisi.

Il secondo è quello di non arrendersi mai e non arrendersi alle prime difficoltà, secondo me questo è reso dal fatto che i ragazzi continuano e perseverano nello scavare nel passato di Andrè e del perché fosse morto e pur non avendo modi per sostenere le loro tesi, loro continuano ad indagare e alla fine dimostra o di avere ragione.

Il libro è stato molto coinvolgente e non riuscivo a smettere di leggerlo e il finale è a parer mio molto inaspettato perché Felipe scompare a inizio libro e fino all’epilogo non si sa che è vivo. 

  • : 4294