Chi conosce più se stesso?

Questo libro  mi è piaciuto molto, è stata una bella lettura estiva perché mi ha trasmesso serenità.

Ho fantasticato molto quando venivano descritti i paesaggi del Monte Rosa e il rapporto di amicizia che è nato tra Pietro e Bruno, i quali hanno delle vite molto diverse tra loro.

Nella seconda parte viene riscoperto il rapporto tra Pietro e il padre grazie alle lunghe escursioni in montagna intraprese durante la vacanza estiva e questo era l’unico momento in cui il ragazzino protagonista sentiva il padre vicino.

Nella terza ed ultima parte il romanzo torna a focalizzarsi sul rapporto tra i due ragazzi, Pietro e Bruno, ormai adulti: Pietro ha girato il mondo e ha conosciuto molti luoghi, Bruno, invece, è rimasto sempre a Grana.