Cinque amici

Porcini sull’asfalto presenta la storia di un gruppo di 5 ragazzi, il protagonista, e i suoi amici, soprannominati “Neri”, “Testa”, “Felipe” e “Cazzandro”, che vivono all’Isolotto. La storia non sembra incentrarsi sul costruire velocemente o costantemente l’arrivo al finale del libro, e la trama scorre semplicemente, senza uso di termini complessi. Dopo non molto dall’inizio della storia, però, uno dei 4 amici del protagonista sparisce, creando così uno sconforto che permane per un bel pò di anni nel gruppo di ragazzi, ed insieme cercheranno di capire cosa sia successo il giorno della sua scomparsa. Il libro fa passare gli anni gradualmente, spiegando come va la vita dei personaggi, che non dista troppo da quella che un normale ragazzo,e poi giovane adulto, degli anni in cui si ambienta il libro, dal 1985 al 2005, percorrerebbe, mettendo qua e là informazioni sul mistero della sparizione del loro amico. Ho trovato questo libro interessante soprattutto per il finale, non facile da aspettarsi, dato che le informazioni sembrano portare ad un altro risultato, lasciadno però possibile quella che effettivamente è la conclusione reale. Inoltre, l’ho sentito vicino per il solo fatto che io all’Isolotto ci vivo, e che alcuni luoghi citati nel libro, anche se non tutti, esistono veramente. Per quest’ultima affermazione, terrei a notare che la storia è un’opera di fantasia.

  • : 4294