E(HO)RROR

E(HO)RROR

No, non ci siamo proprio.

La coerenza.
Delle parti sono fantastiche piene di sentimento ardore e passione, parole graffianti.
E altre dove si divaga e si parla di cose non importanti per troppo a lungo che portano una noia tale da saltare pagine intere. PERCHÉ????????
E in aggiunta è tutto confuso e disordinato, spesso non si distingue chi è la voce narrante e nelle prime pagine è tutto così ambiguo.
Io non ci ho capito proprio nulla (NULLA!) e le ho dovute rileggere almeno cinque volte solo per decifrarle. Mi sono sentita stupida, e no nessuno vuole sentirsi cosí.
Un maledetto strazio, straccio.
E poi arrivavano pillole dolci come il miele da sottolineare e trascrivere per poi ritornare alla distruzione.

UN BRICIOLO DI SPERANZA E … ah no… scherzavo.

Non lo consiglio affatto. Troppo cinematografico e con descrizione assenti. Il miglior modo per far desiderare di bruciare il libro. Una confusione totale.

Se non si fosse capito: Correte a vedere il film! Il libro é la peste!