Giallo ma non troppo

Libro veramente molto bello e scorrevole a mio parere, un giallo intrigante che però viene anche alleggerito spesso dall’autore tramite toni comici. Mi è piaciuto particolarmente anche perché essendo anch’io di Firenze ci sono battute che solo noi fiorentini possiamo capire fino in fondo, come «Per lui mi sarei buttato nella curva dei gobbi con la maglia di Antognoni», oppure «Volarono parole grosse come gobbo e pisano», o addirittura «Io non credo in molte cose: […] non credo nel terzo scudetto della Fiorentina». Questi nostri modi di dire insieme alla menzione dei luoghi, che conosco, in cui si ambienta il romanzo mi hanno fatto immedesimare maggiormente nel racconto di tutta la vicenda. Giudizio, a mio parere, molto positivo.

  • : 4294