Grande testimonianza, Grande uomo

Ho pianto nel leggerlo, tutto d’un fiato in due sere soltanto, non potevo fare diversamente, perché le storie raccontate da Pietro sono disarmanti, crude, vere…  Raccontano quella che è la realtà senza filtri.

é come un tuffo nell’acqua gelata che ti spalanca letteralmente gli occhi: gli stessi fatti che passano  dai media con indifferenza nella nostra indifferenza, sono qui raccontati da un uomo che, una volta tanto, non ha timore di presentarsi e raccontare se stesso e la sua vita da medico in maniera semplice ed autentica.

Le storie che si intrecciano in questo libro sono molte ed ognuna di esse ci invita a pensare, a riflettere, a guardare oltre le apparenze: prima di tutte la storia di pietro; poi quella di Hassan che per tutto il viaggio porta il fratello paralizzato sulle spalle; quella di Sara, rimasta incinta ma che in quello che porta in grembo vede solo il frutto di uno stupro; quella di Mustafa che a 5 anni vede morire la madre e la sorellina e rimanendo solo diventa già adulto; e infine ci sono tutte  le storie di  quelli che all’isola ci sono arrivati dentro orribili sacchi verdi, di chi ha perso i propri cari o la vita stessa in mare, di quei piccoli che non hanno nemmeno fatto in tempo a vedere la luce.

Insomma… una lettura che davvero coinvolge; una grande testimonianza di una grande ingiustizia da parte di un grande uomo.

  • : 331