I fuochi di Tegel Berlin. Vol.1

Questa storia è ambientata nella Berlino Ovest del 1978, caduta in rovina dopo la drammatica epidemia di un virus misterioso che uccide in modo inaspettato coloro che superano i 16 anni. 

Gli unici sopravvissuti sono dunque dei ragazzi che si sono divisi in cinque gruppi, ciascuno assegnato a un determinato territorio. Ogni gruppo è guidato da un ragazzo più esperto degli altri. 

In una Berlino in mano alla vegetazione sempre più folta e agli animali selvatici la vita sembra regredita alla Preistoria, caratterizzata da scene di caccia e lotte fra clan.

Lo stile dell’autore è molto semplice e scorrevole, adatto a un pubblico giovane. 

Questo libro mi è piaciuto molto soprattutto per la semplicità dello stile, per l’originalità degli avvenimenti presenti e per le caratteristiche dei personaggi, che presentano le stesse problematiche interiori degli adolescenti contemporanei.