I ragazzi di Tegel

l libro, scritto da Fabio Geda e Marco Magnone, è una breve storia di un gruppo di ragazzi nella ormai abbandonata Berlino del 1978, in un passato alternativo.

Da pochi anni infatti un virus ha colpito Berlino est, decimando la popolazione e uccidendo migliaia di persone.

Questo virus però ha una particolarità, cioè quella che non uccide i bambini, ma solo le persone adulte dai 20 anni in poi; nella città saccheggiata e distrutta rimangono quindi solo bambini e ragazzi, che si dividono in gruppi autosufficienti e spesso in lotta.

La storia inizia col rapimento di Theo, un bambino del gruppo di Haval “nato della morte”, cioè nato da una madre infetta che è morta dopo il parto, da parte dei ragazzi di Tegel, il gruppo più violento di tutta la città.

Le due ragazze più grandi ed importanti del gruppo di Haval si dirigono allora a Tegel per salvare il bambino, aiutate da altri 3 ragazzi del gruppo di Gropiusstadt.

Arrivati a Tegel dovranno superare 5 pericolosissime prove per recuperare Theo, e conosceranno la vera ferocia dei ragazzi di Tegel.

 

  • : 421