il viaggio di Brigitte

E’ un libro duro, che racconta i travagli di una donna (Brigitte), vittima della guerra civile nel suo paese, il Congo. Violata, torturata che cerca in un altro paese una nuova vita e affronta un “viaggio della speranza” con altre sofferenze e paure. E’ un libro che fa male, fa riflettere, crea ansia e sconforto ma anche ribellione contro l’ingiustizia.

L’ho però trovato poco scorrevole e a volte poco interessante tanto che mi sono arenato più di una volta nella lettura.