IN CAMMINO VERSO LA LIBERTA’

Continua a camminare è un romanzo che tratta tematiche molto forti come la guerra e l’immigrazione senza risultare eccessivamente pesante. Al contrario, la lettura incentrata su due vicende legate dallo stesso destino, risulta essere molto scorrevole e consente al lettore di immedesimarsi nei personaggi. Nel corso del romanzo si alternano le voci di Fatma e Salim, due bambini di tredici anni, che vivono in prima persona il conflitto siriano. Salim cerca di fuggire verso l’Europa insieme a suo padre e ricorda vividamente i discorsi del fratello Abed, morto durante i bombardamenti, nei quali sosteneva che solo i libri possono essere il mezzo per sconfiggere la guerra, perché gli unici in grado di raccontare la verità. Nel frattempo, nello stesso deserto, c’è Fatma, che si dirige verso un campo militare con una cintura esplosiva legata in vita, regalata da suo fratello Khalid come sacrificio per la gloria di Dio, con l’intento di salvare il mondo come le era stato insegnato. L’autore ripercorre il viaggio dei due ragazzi, entrambi in cammino verso mete che non hanno scelto a cui cercano di dare un senso, in parallelo, con numerosi flashback e fino a far incrociare le loro due strade. La semplicità delle storie raccontate in Continua a camminare è proprio la capacità di riuscire a far riflettere partendo da due articoli di giornale.

  • : 4275