LA PIETRA DEL MALE

LA PIETRA DEL MALE

Fin da quando ero piccolo ho sempre visto molti programmi televisivi polizieschi e gialli perché mi ha sempre affascinato quel genere cinematografico. Infatti, appena ho iniziato a leggere “The stone. La settima pietra ” mi sono subito appassionato perché è un romanzo thriller, ma al suo interno vengono uniti sapientemente diversi generi letterari, tra cui l’horror e il fantasy.                                                                                                              La storia è ambientata a Levermoir, una piccola isola irlandese, dove tutti si conoscono e in cui la vita di tutti giorni pare essere sempre la stessa.                                                               Il protagonista è un ragazzo tredicenne che si chiama Liam. Abita con un padre assente che passa molto tempo al pub o a pesca ignorando completamente il figlio. Inoltre, ha perso da poco la madre e sta cercando di superare il lutto.                                                          Tutto cambia quando il ragazzo ritrova il cadavere del vecchio farista morto per un “misterioso” suicidio. Da questo momento accadranno una serie di macabri e terribili episodi che sconvolgeranno profondamente l’isola. Inoltre, nei luoghi dove avvengono, fa la sua comparsa un frammento di una strana pietra ricoperta di incisioni che sembra esercitare un oscuro potere sulle persone. Liam scopre che questi sono collegati tra di loro da una vecchia profezia e insieme ai suoi fedeli amici cercherà di fermare il terribile destino che incombe sull’isola.                                                                                                        Di questo libro mi sono piaciute diverse cose, ma quella più importante è l’ambientazione. Infatti, ci troviamo in un paesaggio irlandese misterioso e la presenza di descrizioni e di mappe dell’isola rende molto più realistico il tutto.                                           Vi consiglio di leggerlo.

  • : 4305