La scienza nella storia

 

Il libro √® sicuramente molto originale dato che tratta di un argomento molto inflazionato come la rivoluzione francese, sicuramente non in modo¬†informativo,¬†ma dal punto di vista¬†di un ragazzo¬†il cui problema principale¬†prima della rivoluzione era decidere se andare a lavorare col padre in bottega o continuare a studiare pesando per√≤ cos√¨ sulla famiglia che nonostante non fosse povera non era neanche benestante.¬†La sua vita cambia radicalmente la notte del 14 luglio del 1789 quando, mentre tutta Parigi¬†√® in rivolta, alla casa della famiglia S√©guin bussa Hector, suo padre, ma quando entra sua moglie capisce che non √® solo, ma¬†bens√¨ porta come ospite il marchese Lavoisier che aveva bisogno di un posto sicuro in quella pazza notte contro la nobilt√†. Da quel momento¬†Armand vive una nuova vita, infatti conosce Pierrette, la nipote del pi√Ļ fidato servo del marchese che aiutava Lavoisier con la ricostruzione del suo laboratorio in casa S√©guin, finendo anch’essa per trasferirsi l√¨. Armand si innamora della ragazza e insieme prendono lezioni di scienze dal marchese che ne¬†√® un grande esperto. Contribuiscono inoltre alla pubblicazione del Trattato elementare di chimica che dimostr√≤ al mondo che la combustione si realizza grazie all’ossigeno. Il libro √® scritto molto bene per√≤ √® eccessivamente corto, inoltre ci sono anche delle immagini abbastanza superflue. Il testo¬†d√† quasi¬†l’idea di essere un libro per bambini nonostante il lessico non sia infantile.

Sem Coccoletti

  • : 409