La scoperta di se stesso di Kevin

Una lettura semplice, ma al contempo complessa.
L’adolescenza di un ragazzo che deve far fronte a complicazioni quali il divorzio dei suoi genitori, l’assenza di affettività paterna, la mancanza di amici e la difficoltà nell’aprirsi con gli altri.
Per Kevin, il diciassettenne protagonista del libro, tutte le altre persone sono diverse da lui, non riesce ad essere come “la massa” e questo gli crea dei disagi, ma è per lo stesso motivo che trova un’amica come Maribel con la quale farà tante nuove esperienze.
Il libro, nonostante la sua marcata ironia nel raccontare le disavventure del ragazzo, è spunto di riflessione su molti aspetti quali il rapporto degli adolescenti con il sesso o con materiale pornografico, oppure rispetto alla diversità, quella stessa diversità che attanaglia Kevin convincendolo che nessuno nel mondo potrà essere suo amico per la vasta differenza di interessi e comportamenti che li separa.
Essendo composto per la maggior parte da dialoghi brevi il libro è molto rapido e leggero.
  • : 4286