Le gambe delle donne

Ho la vaga idea che allo scrittore Guido Catalano piacciano le gambe… di quasi tutte le 14 donne di cui ha parlato lui si ricordava gli abiti e le gambe. Di ognuna di queste donne raccontava la sua¬†caratteristica, come ad esempio la risata, le labbra, i capelli rossi che in realt√† rossi non erano, il vizio di fumare, la scrittura particolare di un nome e ci√≤ che mi ha colpito √® stata l’intensit√† delle parole nel descrivere ognuna di loro che nonostante fossero 14 donne completamente diverse per ognuna di loro ha provato qualcosa di forte che √® riuscito a trasmettere pure a me. All’interno della raccolta di 144 poesie che 144 non sono, molte di essere erano familiari, molte erano il mio specchio, alcune le ho perfino saltate poich√© non mi attiravano, per alcune ho riso altre ho sbadigliato ma ci√≤ che mi ha colpito maggiormente √® stato¬†il tipo di linguaggio, come se parlassi con un amico, come se mi parlasse e conoscessimo da una vita.