le otto montagne

Il libro è sto scritto da Paolo Cognetti ne 2014-2016, parla di un ragazzo di nome Pietro un po’solitario che vive a Milano. I suoi genitori vivono nella città portandosi dentro la nostalgia per la montagna in cui si sono conosciuti e innamorati e da cui il destino li ha allontanati. Quando affittano una casa a Grana, un paesino che si affaccia sul Monte Rosa, quell’amore originario rinasce. Lì, nel corso delle lunghe vacanze estive, Pietro incontra Bruno, un ragazzino che pascola le mucche e conosce solo quel piccolo mondo. Nascerà fra loro un’amicizia profonda, di poche parole ma possente come la natura che fa da teatro alle loro avventure.

Questo libro è scritto molto bene, scorrevole, ti fa venire voglia di andare in montagna. Tuttavia è molto malinconico, triste…il protagonista sembra trascinare la sua vita senza mai prenderla in mano veramente, non suscita simpatia. E poi sviluppa due sentimenti profondi: l’ amicizia tra i due (poi adulti) e l’ambiente amichevole di cui è circondato.

  • : 412