L’importante è rimanere noi stessi

Non saprei spiegare come questo libro mi abbia traviato la mente.

È stato totalmente sconvolgente, mi vergognavo persino a leggerlo da sola, senza che nessuno sapesse in realtà cosa ci fosse scritto nel testo.

Sono abituata a cercare le parole che non conosco su internet, ma dopo la decima parola con significato hot, ho deciso di smettere.

Nonostante questo ho trovato il libro interessante, ricco di spunti sulla società giovanile di oggi. Se ci si pensa benè, ormai la metà degli adolescenti ha almeno uno dei problemi di Kevin. Certo, i suoi sono tanti e portati tutti agli estremi, esegerando in molteplici campi, ma comunque alla base rimangono i problemi dei giovani.

Ho trovato particolarmente interessante il rapporto tra Kevin e Maribel, un rapporto strano, tra due pesone agli antipodi e che alla fine risultano molto simili. Maribel e Kevin possono rappresentare in maniera perfetta la mente umana, mentre Kevin è la parte razionale, cauta, rispettosa delle regole e introversa, Maribel è la parte formata da rischi, tentazioni e libertà

Nonostante le differenze i due personaggi si completano, diventando uno dipendente dell’altro, sempre più vicini e intimi. La loro si trasforma in una bella amicizia, anche se i ragazzi non se ne rendono conto.

Kamasutra Kevin forse mi ha cambiata, sicuramente mi ha arricchita, anche se non credo sia completamente un bene. Ma soprattutto mi ha fatto pensare, che nonostante i problemi, le difficoltà e gli ostacoli che possiamo incontrare durante la nostra strada, noi abbiamo diritto di essere semplicemente noi stessi.

  • : 4286