L’importanza di essere se stessi

L’importanza di essere se stessi

Nel libro “Eppure cadiamo felici” Enrico Galiano parla della storia di Gioia Spada, una diciassettenne convinta che tutte le persone si mostrino sempre diverse da come sono realmente ed anche per questo si scrive tutti i giorni sul braccio una frase tedesca che in italiano significa “la felicità è una cosa che cade” perché è convinta che le cose migliori non vengono mai notate. Ha due passioni: scatta fotografie alle persone di spalle perché così, non vedendo loro la faccia, Gioia capisce cosa provano veramente, e colleziona parole intraducibili, passione che non ha mai condiviso con nessuno. Vive anche in una famiglia non molto tranquilla: i suoi genitori alternano momenti di amore a momenti di violenza, ed è proprio grazie ad uno di questi che una sera Gioia scappa e conosce Lo, un ragazzo di un anno più grande di lei e con problemi familiari peggiori dei suoi. “Eppure cadiamo felici” è un romanzo scorrevole e scritto in modo chiaro, in cui ci sono anche alcuni colpi di scena: fin dall’inizio ci si aspetta un lieto fine, nelle ultime pagine però il racconto cambia piega e tutte le sicurezze che si avevano prima crollano. Sono le ultime righe a riportare il lieto fine nella conclusione del libro.

  • : 4279