l’inizio di una nuova saga

Questo libro, primo di una promettente saga che dovrà comprenderne sette, mi è piaciuto molto.                       La narrazione è fluida e scorrevole, non ci sono troppe ripetizioni, i dialoghi fra i personaggi sono molto realistici e i ricordi brevi ma intensi danno al libro un grande impatto.                                                            Anche i personaggi che non sono eroi indiscussi ma ragazzi normali con pregi e difetti che sono dovuti crescere troppo in fretta a causa del virus, danno alla narrazione un che di realistico e interessante, perché ognuno si può ritrovare in uno o più personaggi anche se tu non sei perfetto. L’ambientazione priva di lunghe ed estenuanti descrizioni ti fa immaginare ed immergere in una Berlino Ovest post-apocalittica. A me personalmente, grande appassionata dell’urban-fantasy, mi è piaciuto molto e mi ha coinvolto.

  • : 421