L’ultimo viaggio. Il dottor Korczak e i suoi bambini

Questa storia è ambientata nella Varsavia degli anni ’40, quando la capitale polacca era già in mano alle truppe tedesche di Hitler.

Il dottor Korczak è un uomo di cultura che si occupa dell’amministrazione dell’orfanotrofio di Varsavia, con l’intento di proteggere i bambini dagli orrori della guerra e del razzismo.

Dopo pochi anni, tutti i membri dell’orfanotrofio vengono trasferiti, poichè ebrei, nel ghetto di Varsavia, dove la vita cambiò drasticamente.

Il dottor Korczak cerca di creare un piccolo all’interno del nuovo orfanotrofio, pieno di divertimento e felicità, ma lui sa che ben presto che tutto ciò che lui ha provato a difendere, ovvero la serenità e la gioia dei piccoli orfani, svaniranno nei campi di concentramento.

Consiglio vivamente questo libro poichè immerge il lettore nella routine quotidiana del ghetto, che a noi ora sembra insensata e priva di umanità, e fa capire, in un misto di incredulità e assurdità, quale, fra il mondo spensierato e immaginario dei bambini e quello crudele ma reale dei nazisti, sia più realistico nella mente umana.

  • : 415