Mai sottovalutare l’amore

Come descriveresti l’amore ad un cieco? E l’amore a chi non ha mai amato? Domande¬† inopportune come queste non hanno mai ricevuto una risposta precisa. Spesso non ne hanno proprio una. A volte dei bravi scrittori si avventurano in questa impresa, sperando di dar forma a questi rompicapi. Secondo la critica, Enrico Galiano ci √® riuscito: con il suo libro “Eppure cadiamo felici”,con gli occhi dell’adolescente Gioia, l’insegnante di lettere √® riuscito a dar voce ai sentimenti dei giovani adulti. E come?¬† Immergendoci nella romantica vicenda di questa giovane “lupa solitaria” che invece di dedicarsi al make up o alle serie tv,come le ragazze della sua et√†, preferisce trascorrere le giornate con colui che le ruber√† il cuore,rendendola finalmen te una donna. Se dovessi consigliare questo libro non ci penserei due volte a rispondere con un caloroso e sonoro “S√¨”, ma essendo un’appassionata di romanzi rosa, l’ho trovato¬† a tratti noioso. Nonostante ci√≤, il concetto di Gioia secondo cui tutti indossiamo delle maschere diverse in base alle circostanze mi abbia suscitato una curiosit√† riguardo un parallelismo, inconsapevole o non, con “uno, nessuno e centomila” del famoso Pirandello.

  • : 4279