Mi hanno regalato un sogno

“Mi hanno regalato un sogno” è esattamente ciò che mi immaginavo. Rispecchia perfettamente la personalità di Bebe: solare e piena di voglia di vivere. Persona da invidiare? ASSOLUTAMENTE SI… ammiro la sua forza, la sua tenacia e il fatto che lei, nonostante tutto, non cambierebbe neppure un secondo della sua vita per nessun motivo al mondo. Ho un’unica critica (se cosi possiamo definirla) da fare: lei all’inizio dice che lo “scopo” di questo libro è aiutare (o almeno provarci) le persone che come lei hanno dovuto o devono subire tutto questo. Ecco, sicuramente riuscire a scrivere un libro in cui si parla solo ed esclusivamente di lei e del suo passato è un vero e proprio traguardo ma personalmente, e lo dico da lettrice, avrei voluto sapere di più della sua malattia, di come ha reagito, della sua famiglia, dei suoi amici… ma detto ciò vorrei farle i complimenti perché ha saputo, attraverso le parole di un libro, far capire a modo suo che lasciarsi “mangiare” dalla malattia è un errore… e più hai paura di lei, più potere le dai.

  • : 418