Musica=sensazioni

Anni luce, di Andrea Pomella, parla della sua vita e del suo rapporto con la musica del tempo. La musica rock ha caratterizzato la sua giovinezza, e quella di molti altri ragazzi dell’epoca, che si sentivano appartenenti ad un movimento che non era il loro, ma precedente. I nomi e gli album più citati ( Vs, Vitalogy, Ten, Pearl jam, Eddie Vedder…) sono quelli che lo hanno travolto e che lo rappresentano maggiormente a causa della corrispondenza tra la sua vita e gli argomenti trattati nelle canzoni. Nel libro lui e il suo amico Q, cercano una via di fuga dalla rabbia e dall’amarezza nell’alcol, nelle feste e soprattutto nella musica.

Nonostante mi piacciano i Pearl Jam, Eddie Vedder e quel genere di musica e nonostante conosca la maggior parte delle canzoni e gruppi citati (o che almeno ho sentito nominare), non sono riuscito a trovare nulla che mi facesse veramente immedesimare  nel protagonista. Credo che questo sia dovuto al fatto che non sono di quell’epoca. Penso, infatti, che solo (o quasi solo) le persone che hanno vissuto la loro gioventù in quel periodo possono realmente apprezzare il contenuto di questo libro fino in fondo.

  • : 4260