Naked: musica, droga ed emozioni forti

 

Il libro di Kevin Brooks parla delle avventure/disavventure di quattro ragazzi nati e cresciuti nel periodo della comparsa del punk, in Inghilterra.

Il libro è molto bello, scorrevole, facile da leggere e coinvolgente. Le descrizioni sono molto accurate e riescono sempre a trasportarti nella Londra degli anni 70, in mezzo a concerti, risse, tossici, ubriachi e feste di ogni genere. La protagonista si ritrova, dopo essere stata corteggiata dal bello della scuola, a suonare come bassista in una band punk. Mi hanno colpito molto tutti i personaggi, nessuno di essi ha un carattere facile, ognuno è diverso dagli altri e infatti vi sono spesso discussioni tra i membri della band che finiscono raramente con scambi verbali e riappacificazioni. L’equilibrio sembra finalmente raggiunto, dopo una serie di eventi e concerti che portano la band ad essere una delle più conosciute di Londra, quando una delle solite discussioni provoca l’abbandono da parte di un chitarrista. Il sostituto,un ragazzo di origini irlandesi, viene presto trovato tramite annunci ed audizioni. Il nuovo arrivato però oltre ad essere un vero genio della musica rivela avere un passato colmo di misteri, misteri che entreranno a far parte della vita della protagonista che fin da subito nutre verso di lui una grande attrazione.

L autore è riuscito molto bene a rappresentare le situazioni in cui si trovavano le band più conosciute all’inizio della loro carriera, e a romanzarle sino a raggiungere una trama fantastica, ricca di colpi di scena

  • : 77