Neach-gaoil, la persona che vive dentro il tuo cuore. ( direttamente dal dizionario delle parole intraducibili di Gioia Spada)

” Eppure cadiamo felici ” di  Enrico Galiano, è un libro che ti cambia.

Cambia il modo di vedere tutto ciò che ci circonda, prestando attenzione ai dettagli e alle cose più insignificanti, ai particolari che nessuno nota, nascosti nei posti più impensati. Così piccoli, eppure così importanti . Sin dalle prime pagine si viene trasportati nel mondo di  Gioia, l’adolescente protagonista di questo libro, un mondo  di parole sconosciute, parole che con poco dicono tantissimo, e della sua migliore amica,Tonia, che esiste solo nella sua testa e da Lo. Non l’articolo determinativo ma Lo, un ragazzo incontrato per caso, che la proteggerà da una madre poco presente, un padre violento e dalle risate di scherno dei compagni, che Gioia imparerà ad amare.

Esiste una parola in cinese che riassume tutto ciò perfettamente , ovvero shu, che significa mettere l’altro nel proprio cuore .

 Lo diventerà  anche il più grande mistero della ragazza, dando una svolta decisiva al romanzo, cosa che ho apprezzato moltissimo, perchè coinvolge completamente il lettore che cerca di risolvere il  mistero con Gioia,  ed è proprio quando il ragazzo scompare misteriosamente che Gioia inizia a provare  quell’ emozione. La paura di perdere la persona alla quale  tieni più al mondo .

Quindi sì, questo libro ti cambia, insegna, ti travolge con la sua incredibile scrittura, tanto semplice quanto sorprendentemente complicata, è stata una piacevole lettura, un viaggio inaspettato che mi ha lasciato tanto senza chiedere nulla in cambio, ma sopratutto ho capito  una cosa. Dopo pianti e domande , con il mondo contro, eppure cadiamo felici.

  • : 4279