Rec. Eppure cadiamo felici

Eppure cadiamo felici è un romanzo del 2016 ad opera di Enrico galiano. Si tratta di un romanzo per giovani e devo dire che leggendolo mi sono trovato davanti a un libro davvero bellissimo, certo non un capolavoro e con anche alcuni difetti ma che, per essere il primo romanzo di questo scrittore, è veramente ben fatto. Sarebbe stato facile scadere nel solito romanzuccio mediocre per teenager ma apparte contenere un paio di cliché di questo genere, il libro di Galiano è particolare, riesce a emozionare in più punti e molti risvolti di trama sono inaspettati e spingono a proseguire con la lettura, complice anche lo stile di scrittura molto scorrevole, 370 pagine godibilissime e nemmeno un paragrafo noioso. Molto ben sviluppati e caratterizzati i personaggi. La storia è, in buona parte, un’importante lezione sull’essere se stessi e sull’accettare gli altri per come sono. La protagonista, Gioia, è un valido esempio di questa lezione,  all’inizio può risultare anche un personaggio abbastanza antipatico: una ragazza alternativa e un po’ introversa che sembra snobbare il mondo intero, ma ci accorgiamo quasi subito che non è così: Gioia è solo una ragazza che, un po’ per scelta, un po’ perché non può fare altrimenti, vuole essere se stessa in una società in cui tutti portano una maschera per essere accettati e in cui tutti la giudicano come diversa. Questa è una quasi perfetta rappresentazione della maggior parte dei giovani d’oggi. Lo consiglierei soprattutto ai giovani per il suo stile, la sua scorrevolezza e le tematiche molto attuali che tratta.

  • : 4279