Recensione Berlin

 

A mio giudizio i primi capitoli di Berlin sono un pò noiosi e monotoni, tanto che mi hanno fatto pensar ad una storia “incastrata” a forza nel contesto. Nelle pagine successive mi sono ricreduto: il racconto si è trasformato in divertente e pieno di colpi di scena. L’ambientazione del libro è straordinaria: in una Berlino ancora divisa fra est ed ovest, nella metà occidentale di Berlino scoppia un’epidemia che uccide tutti gli adulti. Allo scopo di sopravvivere i ragazzi superstiti si dividono in bande. Il virus però persiste nel corpo dei ragazzi, i quali, come accadrà durante la storia, muoriranno dopo aver compiuto 18 anni; ovvero nell’istante in cui diventeranno adulti. Preludio interessante per cominciare a leggere gli altri libri della saga.

 

  • : 421