Recensione La Frontiera

La Frontiera è un libro che racconta nei particolari i viaggi di persone che, purtroppo, hanno dovuto lasciare la loro patria in speranza di trovare salvezza dai pericoli che incombono nei paesi di guerra. L’autore ha intervistato personalmente molti di questi sopravvissuti alle traversate del mare e alle torture che infliggono i soldati delle loro nazioni. Spesso le navi che affondano nel tratto di mare che li divide dal nostro paese sono progettate in modo tale che ad un certo punto debbano rompersi, oppure caricano tante più persone di quante un’imbarcazione ne regga, così i poveri fuggiaschi vengono recuperati dalle truppe siriane, imprigionati e torturati per mesi o addirittura anni. In altri casi le persone che hanno pagato per una traversata vengono tenuti segregati per mesi e torturati e poi lasciati partire. Le donne invece spesso arrivano in stato avanzato di gravidanza perché nei periodi di prigionia vengono stuprate e lasciate incinte. Però l’autore racconta anche di aver incontrato persone che grazie a dei contatti riescono a liberare una parte di questi progionieri, ed a mandarli in posti sicuri. 

Grazie a questo libro ho scoperto tanti aspetti e tanti perché delle migrazioni che vengono intraprese dalla gente che subisce tutte le conseguenze delle guerre di cui non conosciamo il motivo.

  • : 4288