Recensione : l’ultimo viaggio il dottor korczak e i suoi bambini.

Questo libro racconta la storia dei bambini della casa dell’orfano che il dottor korczak teneva come se fossero figli suoi “li consolava , li curava e li proteggeva”.

Un giorno i nazisti arrivarono alla casa dell’orfano e portarono i bambini in una casa fatiscente nel ghetto di Varsavia, il dottore fu arrestato ed i bambini rimasero con l’altra educatrice che cercò di tenerli come li avrebbe tenuti il dottore.

Quando il dottor korczak uscì di prigione, ai suoi bambini non raccontò dei maltrattamenti subiti, ma disse loro che aveva fatto con gli altri prigionieri ciò che faceva con loro.

I bambini anche pur stando in un posto che non era io loro, dopo il ritorno del dottore si sentirono un’altra volta a casa.

A me questa storia ha trasmesso molto pur essendo un ragazzo fortunato perché nato in un epoca diversa e ha la fortuna di vivere in una famiglia unita, capisco anche che in situazioni diverse si possa vivere anche con il supporto di una persona estranea.

<p style=”margin: 0px; font-size: 17px; line-height: normal; font-family: ‘.SF UI

  • : 415