Recensione Naked

Uno dei libri più belli che abbia mai letto, e uno dei pochi che mi ha fatto così tanto emozionare. Ambientato in una delle epoche più movimentate dello scorso secolo, gli anni ’70, che fa capire anche a noi giovani le sensazioni di quegli anni: la “rivoluzione” musicale, il terrorismo irlandese, la voglia di libertà e di evasione con l’assunzione di droghe, e così via. E’ un libro di quelli che secondo me vanno letti tutto d’un fiato, per la suspense e i colpi di scena che presiedono il termine di ogni capitolo. La voce narrante in prima persona, a mio parere, fa immedesimare ancora di più il lettore all’interno della storia. Libro molto bello e scritto veramente molto bene