Romantico e originale, ma non per tutti

Prima di questo libro non avevo mai letto molti racconti per ragazzi inseriti nel contesto giapponese e devo dire che sono rimasta piacevolmente sorpresa.

La trama mi è sembrata molto interessante e coinvolgente, con una storia originale e imprevedibile che affronta lo scambio di persona tra due ragazzi tra loro estranei, Mitsuha e Taki.

Mi sono piaciute tanto alcune parti del testo nelle quali i pensieri dei due protagonisti si mescolavano fino a creare un intreccio tra due flussi di coscienza.

L’atmosfera di Tokio e delle montagne circostanti è resa molto bene attraverso piccole descrizioni non noiose mentre i personaggi sono attuali e in un certo senso anche “comprensibili” al lettore che riesce ad immedesimarsi facilmente.

La lettura risulta scorrevole e ho apprezzato alcune note riguardo elementi della cultura giapponese, utili al lettore e quasi sempre interessanti.

Non mi sentirei di consigliare questo libro a tutti perché comunque lo considero parte del filone romantico/adolescenziale, quindi inadatto per chi cerca letture più serie e mature.

Lo consiglio perciò a chi cerca una lettura leggera e piacevole, non banale e abbastanza corta, che tratti anche di argomenti diversi dalla cultura occidentale.

 

  • : 94