Trama molto semplice ma molto intrigante

Una ragazza di nome Gioia che ha 17 anni ha una vita che √® l’incontrario del suo nome, infatti tutti i suoi compagni la chiamano “maiunagioia”. Ha una migliore amica immaginaria infatti tutti pensano che sia pazza perch√® parla sempre da sola.

Nel suo¬† braccio c’√® una scritta in tedesco e riscrive ogni mattina a scuola con la penna e c’√® scritto¬†

“E noi che pensiamo la felicit√† come un’ascesa

ne sentiremo il tocco,

che quasi ci sgomenta,

quando una cosa¬† felice cade”

Una caratteristica molto importante di Gioia è che ogni volta che incontra una parola nuova con un significato particolare.

Ma un giorno incontra un ragazzo di nome “Lo” e dopo inizieranno a incontrarsi di notte e diventare amici. E un giorno si baciano ma il giorno dopo “Lo” scompare.

Gioia durante la scomparsa di “Lo” scopre chi √® in realt√† lui ma continuer√† ad amarlo e a cercarlo infatti far√† qualsiasi cosa¬† solamente per rivedere lui.

La lingua √® molto semplice diciamo per un¬† pubblico di ragazzi da 15 a 17 anni.¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† il narratore √® esterno. L’ambientazione del libro √® in una piccola citt√† e il tempo √® il presente.

il libro ha una trama semplice che assomiglia molto alle fanfiction (storie¬†scritte fan di¬†attori o cantanti) che ha come argomento centrale. Infatti l’ho consiglio molto alle ragazze. Una cosa che mi piace molto di questo libro √® che avvicina molto alle situazioni di tanti/e ragazzi/e a quella di Gioia.

  • : 4279