Tutti conoscono il proprio destino

Tutti conoscono il proprio destino

Siamo nella città di Berlino nell’aprile del 1978. 5 gruppi di giovani ragazzi si ritrovano a dover lottare per la loro sopravvivenza in una nuova società che non gli appartiene. Non hanno né adulti, né regole come punti di riferimento. Vivono la loro giovane età liberamente, ma con una serie di problematiche talvolta difficili da affrontare. Tutti i ragazzi hanno un’età che va dalla prima infanzia fino ai 18 anni. Una misteriosa malattia ha infatti sterminato tutta la popolazione e non permette di vivere oltre. Questo è il primo libro della saga e si conclude proprio con la consapevolezza dell’inutilità dei contrasti fra i gruppi, perché tutti, ma proprio tutti, vanno incontro allo stesso inevitabile destino. Nato dalla penna felice di due giovani autori italiani é il primo libro di una splendida saga che narra la storia di un’immaginabile Berlino nelle mani di giovani ragazzi. La trama è scorrevole ed invita il lettore a riflettere e ad immedesimarsi nei panni dei protagonisti. A tratti ricorda una serie televisiva del 1975 ambientata a Londra, dove i protagonisti si ritrovano in una città devastata da un virus letale e devono fare di tutto per continuare a sopravvivere. 

 

  • : 421