Un po’ confuso…

Quando ho iniziato a leggere il libro l’ ho fatto con una grande convinzione che esso mi piacesse perché avevo già letto i primi due, dei quali ho scritto la recensione, e mi erano piaciuti tanto non avevo avuto neanche un po’ problemi con la lettura erano scorrevoli e divertenti, forse è proprio il genere che non mi affascina tanto e anche un po’ come è scritto che mi ha fatto piacere di meno questo libro. Ho avuto un po’ di problemi a leggerlo perché non mi erano chiari i fatti nell’ ordine del tempo quando lo leggevo mi sembravano tutti messi,  a caso anche se poi dopo aver finito il libro ho capito un po’ meglio tutto, una cosa che mi è piaciuta molto di questo libro è l’ intraprendenza che ha la protagonista di rischiare la sua vita per soccorrere il prossimo, penso sia un comportamento da osservare e imitare. Inoltre anche se appunto ho avuto difficoltà in essi, mi piace quando la scrittrice salta da un argomento all’ altro facendoti passare per la testa tanti pensieri ed emozioni, anche quelle che prova magari la protagonista tra “una vita e l’ altra”.

Questo libro non posso dire che mi sia piaciuto ma comunque mi ha fatto conoscere che purtroppo ci sono anche delle persone che semplicemente facendo quello che devono perché è per ciò che lavorano stravolgono la loro vita a causa di crimanali.