Una lezione di vita

Lorenzo è un ragazzo che è stato adottato e trova subito una certa simpatia per un altro ragazzo della sua classe, Antonio. A volte gli lascia delle poesie o dei fiori nell’armadietto e una volta è anche capitato che lo seguisse.

Fa amicizia con un gruppo di ragazze che sembrano essere le uniche a non prenderlo in giro ma a cercare di capirlo.

Lorenzo ne ha subite di tutte fra pugni, bigliettini attaccati allo zaino e vari episodi di bullismo in classe. La persona che lo incoraggia di più è la sua professoressa di italiano Valente dalla quale va sempre a confidarsi. Un giorno del periodo natalizio, Lorenzo decide di comprare una felpa ad Antonio, anche se poi,condizionato dalle varie prese in giro, non è più deciso a consegnagliela. La professoressa Valente gli consiglia invece di dargliela e così Lorenzo va in palestra e gliela da urlandogli poi un “ti amo”. Quella stessa sera Antonio passa da sotto casa di Lorenzo che decide di scendere direttamente giù da lui. Antonio però, infastidito dai comportamenti del compagno, gli tira un pugno in pancia e lo scrolla ma come risposta da Lorenzo, riceve un bacio. Impressionato da ciò, Antonio scappa per poi pensare tutta la notte a Lorenzo.

Ad Antonio, Lorenzo non è mai piaciuto e il solo pensare a lui, lo irrita.

Il giorno dopo, Lorenzo va a scuola e nota l’assenza di Antonio. Poi il compagno arriva, si siede, e con la pistola da caccia del padre, spara a Lorenzo togliendosi il “problema” di torno.