Una piacevole sorpresa

 

«Non è il mondo che avevano scelto ma è l´unico che rimane». Con queste parole Fabio Geda e Marco Magnone ci introducono in una saga per ragazzi con Berlino come epicentro. In una città spettrale e grigia di fine anni Settanta un virus, senza nome, ha falciato gli adulti e sarà una nuova generazione, ragazzi e ragazze divisi in gruppi rivali a lottare per sopravvivere e disegnare un nuovo futuro. Sì una lettura molto diversa per una ragazza come me,tutta romanzi ottocenteschi, storie d’amore e grandi classici, ma questo è il bello della letteratura, puoi fare, anzi leggere ciò che vuoi e quando vuoi! E cambiare a volte è proprio quello che ci vuole!Quella di Berlin è una storia che fa pensare, lasciando correre la fantasia in un mondo senza regole e alla deriva, devastato da un virus che ha lasciato pochi superstiti.Amo le storie che raccontano di città lontane dalla mia e così le pagine sono volate, le prime di sette libri, ho scoperto.I fuochi  di Tegel è solo un’introduzione che mi ha stregato fino all’ultima pagina lasciandomi con molte domande:come è iniziato tutto?Chi ha scatenato il virus?E’ proprio la mancata risposta a queste domande che mi farà leggere tutta la saga.

  • : 421