Verità misconosciute

Travolgente, provocatorio, vero. Tutto ciò, è “The hate u give”, primo scritto dell’autrice americana Angie Thomas. Starr, ragazza di colore residente in un ghetto di periferia e studentessa della Williamson, scuola prestigiosa frequentata per il 99% da ragazzi bianchi, vede la sua vita cambiare per uno scherzo meschino del destino. Da quella sera in cui vede un poliziotto, ovvero quella figura che dovrebbe far sentire al sicuro le persone, uccidere davanti ai suoi occhi il suo migliore amico Khalil, tutto cambia. Si avvia in lei un graduale processo di cambiamento che la porterà a liberarsi di tutte quelle restrizioni a cui si sottoponeva per piacere agli altri. In questo libro non vi è una vera e propria morale di fondo, né un lieto fine, ma vi è una ragazza che ogni giorno nasconde la vera versione di sé per poter essere accettata, per poter in qualche modo nascondere la sua pelle così scura e così diversa da quella dei suoi compagni, facendosi sempre più piccola di quanto fosse realmente, nascondendo sempre le sue opinioni, accettando sempre condizioni dettate da altri. Vi è una lotta, estenuante ed avvilente, la quale non ha fine e che non porterà gloria, ma solo rabbia. Vi è un mondo, governato da un caos tale che si pensa possa esistere solo ed esclusivamente nei libri, ma, purtroppo, non è così.

  • : 4302