Viaggiare senza muoversi

Il Rinomato Catalogo Walker&Dawn è l’avventura che avrei voluto vivere da bambino.” Così scrive Davide Morosinotto sulla terza di copertina, ed ora che ho concluso il romanzo non posso negare di essere più che d’accordo con lui. La trama, ben organizzata, è intrigante, originale e ricca di colpi di scena che mi hanno tenuta incollata alle pagine del libro col fiato sospeso fino alla fine. Insieme ai quattro ragazzi protagonisti della storia ho viaggiato tra le paludi, i fiumi e le grandi città degli Stati Uniti d’America agli albori del novecento, permettendomi di conoscere le abitudini e lo stile di vita di quegli anni. Ad esempio si parla di come il tabacco e l’alcol fossero consumati anche dai bambini, del razzismo e le discriminazioni del genere femminile. Attraverso gli occhi dei giovani l’autore ci presenta anche alcune tra le prime innovazioni tecnologiche, come il battello a vapore, il telefono e l’automobile. Inoltre, mi ha spiazzato vedere come il valore economico delle cose fosse così diverso e che solo dieci dollari costituissero una ricchezza. Il racconto a più voci è davvero entusiasmante, perchè ci propone quattro punti di vista differenti sulla vicenda. Insomma, è impossibile non innamorarsi di ciascuno dei protagonisti dopo essere entrati nelle loro teste. L’epilogo mi ha commossa sì, ma mi ha lasciato anche un certo senso di appagamento dopo aver letto che, dopotutto, hanno vissuto tutti la vita che si meritavano. Lo consiglio caldamente.