vivere liberamente

vivere liberamente

Tratto da un reale fatto di cronaca avvenuto nel febbraio del 2008, il libro narra la storia di Lorenzo, Antonio e della loro professoressa Valente. Scritto dai tre punti di vista dei personaggi, fa immedesimare il lettore nei panni di ciascuno di loro, facendo provare emozioni diverse molto forti e contrastanti. Il libro ci mette davanti alla perfida realtà odierna, dove l’omosessualità non è accettata dalla popolazione e risalta in particolare l’odio e l’indifferenza soprattutto fra i ragazzi più giovani, ma anche fra adulti che invece dovrebbero fare da esempio. Al lettore resta forse l’amarezza del fatto compiuto e la consapevolezza di esserne, in un certo senso, partecipe. L’ autore invita a pensare alla difficoltà per un adolescente, non solo di accettare la propria condizione, ma come i pregiudizi possano portare a compiere azioni terribili come quella raccontata. La struttura del libro è sicuramente interessante e di lettura veloce. Ho riletto questo libro ad un anno di distanza e ho potuto riscontrare molti particolari interessanti che fanno riflettere. Da questo libro è stato tratto un film, che però rivisita i personaggi e la storia, anche se il messaggio è sempre lo stesso. Un bacio è un libro davvero molto forte ed emozionante che ti fa vedere la vita da un’altra prospettiva.