Yuugen – Puoi comunicare la felicità?

Yuugen – Puoi comunicare la felicità?

Parlare” e “comunicare”: queste due parole, all’apparenza simili, nascondono una profonda differenza. “Parlare” infatti consiste nello scambiarsi informazioni, in modo spesso superficiale; al contrario “comunicare” significa aprirsi all’altro ed esprimere completamente i propri sentimenti, poiché sappiamo che il nostro interlocutore riuscirà a comprenderci. Trovare una persona di questo tipo non è affatto facile, e Gioia – la protagonista del romanzo – crede di vivere un sogno quando incontra e si innamora del misterioso Lo.

Non sono però solo i pensieri dei personaggi principali a essere approfonditi, poiché la notevole caratterizzazione rende possibile immedesimarsi anche nei ruoli secondari. Di conseguenza le situazioni narrate non sembrano, come spesso accade, banalmente “romanzate”: la storia d’amore tra i due ragazzi fa sognare; il mistero che li separa è intrigante; numerose frasi fanno realmente riflettere. L’opera riesce così ad appassionare e a suscitare nel lettore curiosità e interesse; il finale – un vero e proprio nuovo inizioè appagante e condito da quel pizzico di romanticismo che non guasta mai.

La cosa che più mi ha colpito dell’opera è la passione per la letteratura della protagonista, che cerca nei termini intraducibili la poesia dei sentimenti. Ma le parole sono pur sempre un limite, poiché se comprendiamo l’estrema bellezza insita in qualcosa, non abbiamo bisogno di niente per descriverla. Questa particolare situazione di armonia in Giappone viene chiamata yuugen, una meravigliosa sintesi di rara profondità scoperta grazie a questo libro. Cos’altro puoi aggiungere, se dopo la lettura ti senti veramente felice?

  • : 4279